• quello che il cliente ci chiede è davvero quello di cui ha bisogno?

  • come facciamo a rendere il progetto realmente distintivo?

  • perché?

  • abbiamo trovato un concetto forte da comunicare?

  • quando smettere di cercare?

  • riusciamo a farlo più semplice?

  • ha senso vivere senza curiosità?

  • il messaggio è comprensibile?

  • quale risposta ci aspettiamo al nostro messaggio?

  • esistono domande inutili?

  • a chi lo dobbiamo comunicare?

  • abbiamo creato un’identità coerente?

  • come utilizzare ciò che abbiamo per ottenere ciò che vogliamo?

  • un problema da risolvere ha una sola soluzione?

  • qual è il contesto?

  • tutto bene?

  • abbiamo creato una chiara gerarchia tra le diverse parti del progetto?

  • come possiamo fare meno fatica?

  • dove trovare l’ispirazione?

  • il progetto ha il ritmo giusto?

  • abbiamo raggiunto il giusto equilibrio tra forma e funzione?

  • dove troviamo le risposte?

  • quali sono gli obbiettivi che il cliente vuole raggiungere?

  • come migliorare il progetto?

  • esiste una grafica buona e una cattiva?

  • come creare nuovi linguaggi?

  • quanti compromessi possiamo fare?

  • qual è il modo più ovvio per comunicarlo?

  • qual è il modo più assurdo per comunicarlo?

  • gli altri come hanno risolto problemi simili?

  • oggi cosa abbiamo imparato di nuovo?

  • il brainstorming è durato abbastanza?

  • se è bello è anche giusto?

  • se è giusto è anche bello?

  • l’utente finale come interagirà con il nostro progetto?

  • qual’è la personalità del brand?

  • quanto tempo manca alla consegna?

  • come comunicarlo attraverso il processo?

  • qual è la lunghezza d’onda del giallo?

  • stasera cosa mangio?

  • da dove vengono le idee?

  • la censura è davvero una limitazione?

  • quali sono i valori che dobbiamo comunicare?

  • chi è jekyll e chi è hyde?

  • lo possiamo comunicare in modo sinestetico?

  • quale linguaggio parla il pubblico a cui è destinata la comunicazione?

  • la soluzione del problema può essere fuori dai suoi confini?

  • esiste un modo divertente per comunicarlo?

  • siamo in grado di rappresentare il concetto senza usare parole?

  • quando abbiamo bagnato le piante l’ultima volta?

  • qual è il tono di voce giusto?

  • è il momento di una pausa?

  • e se ricominciassimo da capo?

  • quale metodo è meglio usare questa volta?

  • possiamo usare meno note nel progetto?

  • riusciamo a superare la superficie e andare più in profondità?

  • non ci staremo prendendo troppo sul serio?

  • come trovare nuove connessioni tra elementi già esistenti?

  • riusciamo a vedere il problema da un altro punto di vista?

  • come facciamo ad essere più radicali?

  • i dettagli sono tutti coerenti?

  • che cos’è un dispositivo?

  • qual è il senso di quello che dobbiamo comunicare?

  • da dove cominciamo?

member

teaching

jekyll & hyde è uno studio di graphic design e comunicazione visiva fondato nel 1996 da Marco Molteni e Margherita Monguzzi.

online interviews
nykyinenmfbgraficaitaliana